CORSO DI STRUMENTO MUSICALE

CORSO DI STRUMENTO MUSICALE

Una particolare caratteristica della scuola media del nostro istituto è quella rappresentata dal corso ad indirizzo musicale.

Il corso prevede lo studio di quattro strumenti musicali:
• Pianoforte - prof.ssa Maria Maddalena ERMAN
• Chitarra - prof. Vincenzo LIGUORI
• Flauto - prof.ssa Alessandra SIGILLO
• Clarinetto - proff. Mario Stefano ROMANO, Angelo DI COSTANZO

Il Corso, inizialmente di tipo sperimentale, è già da tempo inserito nell'ordinamento della nostra scuola media con la conseguente messa in organico delle quattro cattedre complete (18 ore), facendo così assumere all'insegnamento dello strumento musicale il valore pedagogico e la stabilità nel tempo di tutte le altre materie.

I corsi prevedono 6 ore aggiuntive di attività musicali (lezioni di strumento individuali o di gruppo, solfeggio, musica d’insieme) che si svolgono in orario curricolare per evitare ai giovani studenti il dispersivo e stancante rientro pomeridiano. (Per l'orario settimanale, consultare la pagina del sito Orario e calendario scolastico).

Al corso di strumento musicale si accede previa prova attitudinale (v. sotto).

IMPORTANTE!

Poiché la nostra scuola non si avvale di nessun contributo esterno (né pubblico né privato), è bene che le famiglie degli alunni che desiderano frequentare il corso di Strumento Musicale si assumano da subito l'impegno di acquistare lo strumento in tempi brevi e li sostengano nelle spese per il reperimento di altro materiale (libri, metodi, ance, pedali, spartiti, ecc..) che lo studio, nel corso del triennio, prevederà.

La prova attitudinale

Come riportato nell'art.2  del D.M. 6 agosto 1999 n.201, l'ammissione degli alunni che richiedono l'iscrizione al corso di strumento musicale è subordinata al superamento di una prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola.

Tenendo conto anche delle esperienze maturate da altre Istituzioni in cui l'insegnamento dello strumento musicale è già presente da anni e da strutture, come gli Istituti Superiori di Studi Musicali (ex Conservatori) in cui tale esigenza è stata a lungo studiata e affrontata, un’apposita Commissione formata dai docenti dell’Indirizzo musicale della Scuola ha deciso di adottare, per la valutazione dell’attitudine musicale nei bambini un semplice test di ammissione.

Questo test, proposto agli alunni nei giorni succesivi al termine delle iscrizioni, è costituito da alcune prove, realizzate tutte in una sola seduta, che si propongono di scoprire e valutare le attitudini musicali dei bambini senza che sia loro richiesta una specifica precedente istruzione musicale. Le prove del test consistono in:

  • prova ritmica: eseguire facili esercizi ritmici proposti dalla Commissione;
  • prova di intonazione: intonare semplici melodie proposte dalla Commissione;
  • prova di orecchio: distinguere tra suoni alti e suoni bassi tra quelli proposti dalla Commissione.

La prova è completata da un colloquio con la Commissione allo scopo di mettere in luce le reali motivazioni e le attitudini dei candidati.

Ad esito della prova orientativo-attitudinale, viene compilata da parte della Commissione una graduatoria, che viene resa pubblica e comunicata alle singole famiglie dei candidati, a cui si chiede di confermare l’accettazione della proposta, anche in considerazione della eventuale modifica dello strumento richiesto.

In caso di rinuncia di qualche candidato prima dell'inizio dell'anno scolastico, si provvede ad integrare i componenti della classe in base all'ordine della graduatoria.

Va precisato a tale proposito che, per il superamento della prova attitudinale, non è necessaria alcuna specifica preparazione musicale, né una precedente conoscenza dello strumento e che, quindi, essa può essere affrontata tranquillamente da tutti gli alunni realmente interessati.

Viste le numerose richieste di iscrizione pervenute negli anni precedenti, le prove sono spesso distribuite in giorni  diversi secondo un calendario che la Segreteria della scuola comunicherà tempestivamente alle famiglie degli alunni candidati.

Informazioni propedeutiche all'iscrizione

Lo studio di uno strumento musicale, accanto alle valenze culturali e di arricchimento della personalità del ragazzo, richiede anche un impegno intenso e costante, affinché possa portare ad apprezzabili risultati. Anche questo, del resto, può e deve essere considerato tra gli aspetti formativi di questo percorso, che non può essere ignorato o sottovalutato al momento dell'iscrizione.

In altre parole, se è fondamentale, come per ogni altro percorso formativo, il sostegno della famiglia, questo e le aspettative che essa nutre non possono sostituirsi alle motivazioni dei ragazzi.

È altresì naturale che in una fase di crescita ed evoluzione della personalità quale è quella che coincide col periodo della Scuola secondaria, si modifichino interessi ed aspirazioni dei ragazzi.

Si suggerisce pertanto un’attenta valutazione al momento dell’iscrizione, facendo ricorso anche alle indicazioni ed ai suggerimenti che possono essere forniti dagli insegnanti della scuola primaria di provenienza degli alunni, oltre che dagli esiti della partecipazione ai corsi propedeutici organizzati dalla nostra scuola.

Si ricorda infatti che l’ammissione ai corsi della SIM (Scuola Media a Indirizzo musicale) prevede l’obbligo di frequenza per l’intero triennio e che non è prevista la possibilità di recesso dalla scelta effettuata.

Si tratta pertanto di disciplina curricolare a tutti gli effetti, con valutazione quadrimestrale che compare, insieme a quella delle altre discipline, sui documenti di valutazione ministeriali, e che prevede una specifica prova in sede di Esame di Licenza Media.

Inoltre, prima di richiedere l'iscrizione al corso a indirizzo musicale è bene considerare che  il tempo scuola per la sezione di Strumento musicale è di 34/35 ore settimanali con articolazione oraria diversificata. Ciò significa che la classe Prima effettuerà due prolungamenti pomeridiani di cui due fino alla settima ora (con uscita alle ore 14:50) e uno fino alla nona ora (con uscita alle ore 16:30); le classi Seconda e Terza effettueranno tre prolungamenti pomeridiani di cui due fino alla settima ora (con uscita alle ore 14:50) e uno fino alla nona ora (con uscita alle ore 16:30).

La scelta dello strumento

La frequenza del Corso a Indirizzo Musicale è opzionale. Tale opzione è espressa all’atto dell’iscrizione alla classe prima, con l’indicazione, non vincolante, dell’ordine di preferenza tra i quattro strumenti insegnati. All’atto dell’iscrizione l'alunno può indicare l’ordine di preferenza degli strumenti insegnati nel Corso di Strumento Musicale.  

Ciò significa che l’assegnazione dello strumento è determinata dalla Commissione sulla base della disponibilità dei posti nelle singole cattedre di strumento e del risultato del test orientativo-attitudinale, tenendo anche conto dell’opportunità di un’equilibrata distribuzione degli strumenti per ognuna delle quattro classi.

Rinunce e passaggi ad altro corso

Entro 10 giorni dalla data di pubblicazione delle graduatorie della prova attitudinale è ammessa rinuncia da parte della famiglia alla frequenza dell’alunno al Corso di Strumento Musicale.

Superato tale termine, e nel corso dei tre anni di corso, la rinuncia è ammessa solo per gravi e giustificati motivi e con determina del Dirigente Scolastico.

Non sono ammessi di norma passaggi da uno strumento all’altro, fatta salva una rivalutazione della situazione dell’alunno da parte della Commissione. Viste le numerose richieste di iscrizione pervenute negli anni precedenti, le prove sono spesso distribuite in giorni  diversi secondo un calendario che la Segreteria della scuola comunicherà tempestivamente alle famiglie degli alunni candidati.

Leggi il Regolamento completo del Corso a indirizzo musicale

ELENCO ALUNNI IDONEI
STRUMENTO MUSICALE

Anno scolastico 2018-2019